Italiano/Fonologia


FonologiaEditar

La fonologia è lo studio dei suoni di una lingua in rapporto alla loro funzione distintiva nella comunicazione linguistica

I fonemi dell'italianoEditar

Il fonema è la più piccola unità di suono che (da sola o in successione con altre) ha la capacità di formare le parole di una lingua e di istituire distinzioni e opposizioni tra di esse.

In italiano ci sono 30 fonemi: 7 vocali in posizione tonica; 21 consonanti; 2 semiconsonanti.

AlfabetoEditar

Le lettere dell'alfabeto italiano sono ventuno:

A (a) B (bi) C (ci) D (di) E (e)
F (effe) G (gi) H (acca) I (i) L (elle)
M (emme) N (enne) O (o) P (pi) Q (qu)
R (erre) S (esse) T (ti) U (u) V (vi ou vu)
Z (zeta)

Oltre lettere sono cosiddette straniere: J (i lunga), K (cappa), W (doppia vu), X (ics) e Y (i greca).

GrafemaEditar

Il Grafema è la più piccola unità di scrittura, come per esempio, i segni m, n, p.

DigrammaEditar

Digramma è il nome che si dà quando due lettere rappresentano un solo suono. I digrammi dell'italiano sono cinque:

  • ci: camicia, ciuffo, socio;
  • gi: gioco, giudice, giacca;
  • ch: anche, archi;
  • gh: righe, ghiaia;
  • gn: gnomo, sogni;
  • gl: (indica consonante laterale palatale di fronte alla vocale /i/) conigli, bagagli;
  • sc: (indica consonante nasale palatale di fronte alle vocali palatali) fasci, scendere

TrigrammaEditar

Trigramma è il nome che si dà per la successione di tre lettere indicanti un solo fonema. I trigrammi sono due:

  • sci: (di fronte a vocale che non sia palatale) prosciutto, coscia, fasciato;
  • gli: (di fronte a vocale diversa da /i/)pagliuzza, moglie.

Consonanti geminateEditar

La Consonante geminata o Doppia è il nome che si dà quando due lettere uguali si ripetono. Per esempio: fatto, notte, piccolo, palla ecc. Nella lingua italiana la lunghezza consonantica ha valore fonologico, ovvero distintivo a livello linguistico: si pensi a coppie minime come 'fato' vs 'fatto', 'note' vs 'notte', pala' vs 'palla'.

AccentoEditar

Quando pronunciamo una parola, la voce si ferma con maggiore intensità su una sillaba, principalmente sulla vocale. In italiano (a differenza di altre lingue come l'inglese) il centro di sillaba può essere costituito solo da una vocale. Questa sillaba e vocale accentate si chiamano toniche e le altre sillabe, atone.